Forse all’inizio c’era un certo scetticismo generale verso il web.

Forse veniva percepito come una “perdita di tempo”, soprattutto dalle realtà medio-piccole.

Forse sembrava più conveniente proseguire per sentieri già battuti.

Forse, o meglio, sicuramente, ci si sbagliava.

Oggi è chiaro che non è così, e che il web e, nello specifico, il content marketing sono inaggirabili anche per le PMI. È necessario dedicare del tempo (che non è tempo perso, come vorrebbe il senso comune) alla pianificazione, all’elaborazione e alla pubblicazione di contenuti utili e interessanti sulla propria azienda.

E, anche se non nell’immediato, è un’attività che porta dei vantaggi.

Alcuni benefici del content marketing:

  • presentare servizi e prodotti in modo diverso dal passato, proponendoli come soluzione a un problema e mettendone in luce i vantaggi reali che portano al consumatore;

  • ascoltare il proprio target e cogliere informazioni utili per migliorare i prodotti o servizi offerti;

  • consolidare le relazioni con i clienti esistenti, dedicando loro cura e attenzione per rafforzare il rapporto;

  • allargare la rete di collaborazioni intercettando interlocutori strategici che non erano stati considerati. Produrre contenuti di valore contribuisce infatti al rafforzamento della propria reputazione online (ma anche off line) e potrebbe anche portare a nuove fruttuose partnership.

La lista sarebbe più lunga ma il succo resta lo stesso: bisogna raccontare la propria azienda, grande o piccola che sia, anche sul web. Generare dei contenuti appropriati ed efficaci non è facile ma è necessario e, come si è visto, potenzialmente vantaggioso.

Come fare?

Per questo vi rimandiamo a un articolo di Performance Strategies con le regole fondamentali per un content marketing di successo: 11 regole per un Content Marketing che faccia rimanere incollati allo schermo