Sempre più frequentemente il lavoro viene svolto dai team anziché dai singoli individui. Le ricerche dimostrano che i team sono fondamentali per il coinvolgimento dei dipendenti. Spesso però i team non accrescono né il coinvolgimento né la produttività dei dipendenti. Una delle ragioni principali è che i leader tendono a dominare la conversazione, non ascoltano e soffocano in partenza le idee dei collaboratori. Di conseguenza anche i membri del team sono spesso distaccati per contribuire con le proprie idee.

E’ importante coinvolgere tutti: quando discutiamo le prospettive e le idee degli altri, impariamo da loro e le nostre decisioni migliorano. Inoltre, più siamo convinti che gli altri apprezzino le nostre idee, più è probabile che mettiamo in comune le nostre.

Dedicare la massima attenzione a ciò che stanno dicendo gli altri, ascoltarli veramente e non parlare finché non hanno finito. L’esigenza di aspettare che qualcun altro finisca di parlare ci aiuta a essere totalmente presenti e a recepire chiaramente il suo pensiero. Le persone devono esprimere i loro pensieri in modo chiaro e sintetico anziché dominare la discussione.

I leader possono incoraggiare tutti a contribuire dicendo chiaramente all’inizio di una discussione che non ci sono idee sbagliate in modo da stimolare i partecipanti a dire la propria idea anche quando si pensa che le proprie idee non siano sviluppate appieno; in questo modo potrebbero indurre altri a completarle. Anche i leader possono incoraggiare tutti a contribuire mettendo in comune essi stessi idee ancora abbozzate.

Per favorire il lavoro nei team i leader dovrebbero promuovere un’apertura mentale spiegando ai collaboratori fin dall’inizio della riunione quanto è importante l’accettazione e facendo domande che cominciano con “Perché”, “Come”, e “Cosa accadrebbe se” per mostrare curiosità in quanto la curiosità può agevolare la comunicazione, ridurre il conflitto e accrescere il coinvolgimento.

Per mantenere il coinvolgimento dei membri del team l’applicazione della tecnica del “plussing” in cui sviluppare ulteriormente l’idea di qualcuno e dire “Sì, e …”, anziché “Sì, ma …”. Comunicando curiosità anziché giudizi valutativi, il plussing attenua l’iper-criticismo, rendendolo più facile da ricevere e da usare.

In un team di lavoro un’atmosfera aperta promuove senso di sicurezza, spontaneità e fiducia, i dipendenti si sentono molto più a proprio agio nell’avanzare idee quando il loro capo ha dimostrato di essere disponibile ad ascoltarle senza pregiudizi. In questo modo il leader dimostra di rispettare i suoi collaboratori e dà loro la fiducia e il senso di sicurezza necessario per esprimere ciò che pensano. Ognuno si sentirà ascoltato e si convincerà che lavorare in team è meglio che lavorare da soli.